Una cartolina dalla Corea del Nord

Le cartoline sono uno dei miei hobby preferiti. Mi piace tutto ciò che le riguarda: ricevere le cartoline per posta, guardare i francobolli e i timbri postali e il processo di acquisto, firma e invio delle cartoline ad altre persone o a me stessa.

Ora ho circa 100 cartoline nella mia collezione, provenienti da tutto il mondo. Fondamentalmente si possono dividere in due categorie:

  • Cartoline che ho ricevuto partecipando al postcrossing (un progetto di scambio di cartoline con persone a caso di tutto il mondo).
  • Cartoline che invio a me stesso dai miei viaggi per rinfrescare la memoria al mio arrivo. In effetti, è un’altra opzione per ciò che potete portare con voi dalle vostre vacanze.

E così quest’estate, mentre ero in giro per Praga, ho ricevuto nella cassetta della posta una delle cartoline più insolite che non solo io abbia, ma i postcrosser in generale. Almeno, non sono riuscita a trovare alcuna menzione di questo tipo su Internet (anche se, ovviamente, credo che qualche altro centinaio di persone sul pianeta le abbia).

Quindi. È una cartolina dalla Corea del Nord! Sì, sì, ho ricevuto una cartolina dalla Repubblica Democratica Popolare di Corea, uno dei Paesi più chiusi al mondo e in cui è molto difficile entrare.

La Corea del Nord è sottoposta da anni a numerose sanzioni internazionali e il suo governo non ha fretta di entrare in contatto con i suoi vicini ostili. È possibile visitarla solo come parte di un gruppo di escursionisti accompagnati da un membro delle autorità di sicurezza dello Stato locale, lungo un percorso ben delineato, senza inutili dilettantismi.

Sarò sincero, ho intenzione di visitare questo Paese. Mi interessa molto la loro storia, il loro sistema statale. Mi piace la loro natura e penso che sarà necessario vederla, perché il mondo sta cambiando così rapidamente.

Tuttavia, viaggiare lì non è economico. Un buon tour di una settimana o una settimana e mezza costa 2.000-3.000 dollari USA, più il viaggio verso la Cina o Vladivostok, da dove partono gli itinerari.

Ed ecco che posso gioire di questa carta.

Naturalmente non si tratta di un normale ufficio postale della RPDC. Non si può inviare una cartolina dall’interno. C’è una zona turistica dove i turisti possono acquistare vari souvenir (tra cui un set di monete nordcoreane, leggermente diverse da quelle comuni, che non solo è vietato portare fuori dal Paese, ma in generale non possono essere utilizzate da un turista).

Ecco, quindi, che si può acquistare una cartolina. Nello stesso negozio di souvenir è possibile acquistare una cartolina, firmarla e spedirla depositandola in un’apposita cassetta postale. L’aspetto interessante è che anche questa posta è sottoposta a un controllo molto accurato, in quanto il timbro di annullo è di molto successivo all’invio.

L’autore della cartolina è il blogger Edward Gawiler. Scatta foto fantastiche durante i suoi viaggi. E poiché vive in Germania, posso dire che ha i reportage più belli di centinaia di città tedesche, piccole e grandi. Non potrò mai ringraziarlo abbastanza per questo meraviglioso regalo!

Ho ricevuto per posta una cartolina dalla Repubblica Democratica Popolare di Corea (Corea del Nord).
Ho ricevuto per posta una cartolina dalla Repubblica Democratica Popolare di Corea (Corea del Nord).

Sul fronte della cartolina c’è un’immagine patriottica con tre soldati nordcoreani che caricano cartucce nei caricatori dei fucili automatici, qui con le baionette fissate. Sullo sfondo, sagome di pezzi d’artiglieria e jet da combattimento nel cielo.

I soldati sono diversi, così come le uniformi che indossano. A quanto pare, si tratta di diverse branche dell’esercito. Davanti, a giudicare dalle asole, ha un grado simile a quello di un efreyator russo o di un soldato maggiore ucraino.

Il primo è un artigliere in uniforme militare. Al prossimo non so rispondere. Forse i miei abbonati mi diranno se qualcuno lo sa? Il secondo è un fante regolare di qualche tipo. È possibile che il terzo sia un pilota?

La cartolina recitava: “Siate pronti a combattere l’aggressore o l’invasore fino alla fine! Ed è stato mentre cercavo di tradurre questa frase che mi sono imbattuto per la prima volta in un’interessante tastiera coreana, dove i caratteri sembrano essere stati assemblati da un kit di costruzione.

A proposito di esercito. Guardando l’ultima parata militare a Pyongyang, si può dire che i ragazzi stanno facendo progressi. Questa volta, l’Esercito Popolare della Repubblica Democratica Popolare di Corea ha fatto la sua marcia intimidatoria con visori notturni, occhiali tattici e fucili AK con caricatori a trivella.

Ed ecco i timbri di annullamento e i francobolli estinti della Corea sulla cartolina
Ed ecco i timbri di annullamento e i francobolli estinti della Corea sulla cartolina

Ma torniamo alla cartolina. Sul retro, in realtà, ci sono firme… Indirizzi. E francobolli. Uno di questi è un timbro di consegna della posta aerea. Gli altri due sono timbri di annullo.

E, naturalmente, tre moderni francobolli nordcoreani. Uno da 30 e due da 50 won. Il primo contiene l’immagine di un fiore di rosa, mentre gli altri contengono lo stemma della RPDC. La scritta “조선우표” su ogni francobollo si traduce in “francobollo coreano”.

Ecco, gente. Per la prima volta ho toccato un pezzo di Corea del Nord.

Эта запись также доступна на: Русский (Russo) English (Inglese) Українська (Ucraino) Deutsch (Tedesco) Español (Spagnolo) العربية (Arabo) Français (Francese) 日本語 (Giapponese) Português (Portoghese, Portogallo)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *