,

Carnet de Passages: cos’è, se ne avete bisogno e dove ottenerlo

Se avete intenzione di viaggiare con la vostra auto al di fuori dell’Europa, è probabile che dobbiate rilasciare un Carnet de Passages. In questo articolo cercheremo di capire di cosa si tratta e dove ottenerlo.

Introduzione

La preparazione di qualsiasi viaggio richiede l’incontro con la burocrazia. Purtroppo non si può andare da nessuna parte senza di essa. Tuttavia, il più delle volte è sufficiente il rilascio del passaporto e dell’assicurazione di viaggio, l’ottenimento di un visto se richiesto e si può partire per il viaggio.

Per quanto riguarda l’auto, le cose sono un po’ più complicate. In questo caso è necessaria l’assicurazione della Carta Verde e, in alcuni casi, una patente di guida internazionale. Ne parlo in dettaglio nell’articolo “Come viaggiare all’estero con la propria auto”.

Così, quando i vostri itinerari si allontanano dai sentieri battuti in Europa o in Nord America, potreste improvvisamente sentir parlare di Carnet de Passages. Ed è bene che ne sentiate parlare prima, su Internet da viaggiatori più esperti che alla dogana di un altro Paese.

Non ci sono molte informazioni sul Carnet. Il punto è che i Paesi che ancora lo richiedono non sono i più facilmente accessibili all’automobilista e sono pochi.

Cos’è il Carnet de Passages

Carnet de Passages in russo, o in francese il suo nome completo è Carnet de Passages en Douane. Si tratta di una dichiarazione doganale creata nel 1911 per facilitare la dichiarazione doganale di un veicolo importato da un cittadino straniero dall’estero.

A parte la teoria, funziona così: in alcuni Paesi il dazio sull’importazione di un’auto è piuttosto elevato. E per proteggersi dalle operazioni di importazione illegali, quando si importano veicoli, è necessario rilasciare un’autorizzazione o presentare un Carnet. Si tratta di una garanzia che quando lascerete il Paese, l’auto partirà con voi. Se ciò non dovesse accadere, il governo richiederà un rimborso all’organizzazione che ha rilasciato la dichiarazione. Questo denaro sarà prelevato dal vostro deposito.

Il documento ufficiale è valido per 12 mesi e non è un’assicurazione auto o di responsabilità civile.

Quali paesi richiedono un Carnet de Passages

In realtà, molti Stati hanno abbandonato da tempo l’uso di questa dichiarazione. Tuttavia, alcuni Paesi richiedono ancora un Carnet all’ingresso.

Le informazioni su Internet sono talvolta molto contraddittorie. Le ragioni sono molteplici:

  • Le autorità pubbliche di alcuni Paesi non sono praticamente rappresentate o lo sono molto poco nella rete globale;
  • Spesso i viaggiatori si basano sulla loro esperienza personale, in particolare amano dire che un documento non è necessario se sono riusciti a passare senza.

Le informazioni che seguono sono state raccolte da fonti ufficiali e dal sito web dell’Associazione tedesca dell’automobile, che è anche responsabile del rilascio dei Karnet.

Carnet de Passages: cos'è, se ne avete bisogno e dove ottenerlo

Paesi in cui i Carnet de Passages sono obbligatori

  • 🇦🇺 Australia
  • 🇧🇩 Bangladesh
  • 🇧🇭 Bahrain
  • 🇧🇼 Botswana
  • 🇧🇳 Brunei Darussalam
  • 🇧🇮 Burundi
  • 🇧🇹 Bhutan
  • 🇻🇪 Venezuela
  • 🇹🇱 Timor Est
  • 🇪🇬 Egitto
  • 🇮🇳 India
  • 🇮🇩 Indonesia
  • 🇮🇶 Iraq
  • 🇮🇷 Iran
  • 🇶🇦 Qatar
  • 🇰🇪 Kenya
  • 🇱🇸 Lesotho
  • 🇱🇾 Libia
  • 🇲🇼 Malawi
  • 🇲🇾 Malesia
  • 🇲🇲 Myanmar (Birmania)
  • 🇳🇦 Namibia
  • 🇳🇵 Nepal
  • 🇳🇿 Nuova Zelanda
  • 🇦🇪 EAU
  • 🇴🇲 Oman
  • 🇵🇰 Pakistan
  • 🇵🇪 Perù
  • 🇷🇼 Ruanda
  • 🇸🇳 Senegal
  • 🇸🇬 Singapore
  • 🇸🇾 Siria
  • 🇸🇩 Sudan
  • 🇹🇿 Tanzania
  • 🇺🇬 Uganda
  • 🇪🇨 Ecuador
  • 🇸🇿 Eswatini (Swaziland)
  • 🇿🇦 SUD AFRICA
  • 🇸🇸 Sud Sudan
  • 🇯🇵 Giappone

Quando entrate in uno di questi Paesi con la vostra auto o moto, dovete mostrare il vostro Carnet. Senza di esso, non vi sarà permesso di entrare e, in caso contrario, potreste vedervi confiscare il veicolo all’uscita o essere costretti a pagare una pesante multa.

Paesi in cui sono raccomandati i Carnet de Passages

  • 🇦🇷 Argentina
  • 🇧🇯 Benin
  • 🇧🇫 Burkina Faso
  • 🇬🇦 Gabon
  • 🇬🇲 Gambia
  • 🇬🇭 Ganna
  • 🇬🇳 Guinea
  • 🇬🇼 Guinea-Bissau
  • 🇨🇬 D.R. Congo
  • 🇩🇯 Gibuti
  • 🇿🇲 Zambia
  • 🇿🇼 Zimbabwe
  • 🇯🇴 Jordan
  • 🇨🇲 Camerun
  • 🇨🇴 Colombia
  • 🇨🇩 Congo
  • 🇨🇷 Costa Rica
  • 🇨🇮 Costa d’Avorio
  • 🇱🇧 Libano
  • 🇲🇱 Mali
  • 🇲🇿 Mozambico
  • 🇲🇳 Mongolia
  • 🇳🇪 Niger
  • 🇳🇬 Nigeria
  • 🇸🇦 Arabia Saudita
  • 🇹🇬 Togo
  • 🇺🇾 Uruguay
  • 🇨🇫 Repubblica Centrafricana
  • 🇹🇩 Chad
  • 🇨🇱 Cile
  • 🇬🇶 Guinea Equatoriale
  • 🇪🇹 Etiopia

Ufficialmente, la dichiarazione di cui sopra non è presente nell’elenco dei requisiti qui, ma la riconoscono e averla elimina la maggior parte delle domande da parte delle autorità doganali. Pertanto, è meglio averla a disposizione per non complicarsi la vita.

Il Carnet de Passages non è necessario

  • 🇦🇹 Austria
  • 🇦🇿 Azerbaigian
  • 🇦🇱 Albania
  • 🇩🇿 Algeria
  • 🇦🇴 Angola
  • 🇦🇩 Andorra
  • 🇦🇲 Armenia
  • 🇦🇫 Afghanistan
  • 🇧🇿 Belize
  • 🇧🇪 Belgio
  • 🇧🇾 Bielorussia
  • 🇧🇴 Bolivia
  • 🇧🇦 Bosnia-Erzegovina
  • 🇧🇷 Brasile
  • 🇻🇦 Città del Vaticano
  • 🇬🇧 Regno Unito
  • 🇭🇺 Ungheria
  • 🇬🇾 Guyana
  • 🇬🇹 Guatemala
  • 🇩🇪 Germania
  • 🇭🇳 Honduras
  • 🇬🇷 Grecia
  • 🇬🇪 Georgia
  • 🇪🇭 Sahara occidentale
  • 🇮🇱 Israele
  • 🇮🇪 Irlanda
  • 🇪🇸 Spagna
  • 🇮🇸 Islanda
  • 🇮🇹 Italia
  • 🇾🇪 Yemen
  • 🇰🇿 Kazakistan
  • 🇨🇦 Canada
  • 🇨🇾 Cipro
  • 🇰🇬 Kirghizistan
  • 🇨🇳 Cina
  • 🇽🇰 Kosovo
  • 🇱🇻 Lettonia
  • 🇱🇷 Liberia
  • 🇱🇹 Lituania
  • 🇱🇮 Liechtenstein
  • 🇱🇺 Lussemburgo
  • 🇲🇷 Mauritania
  • 🇲🇬 Madagascar
  • 🇲🇹 Malta
  • 🇲🇦 Marocco
  • 🇲🇽 Messico
  • 🇲🇩 Moldavia
  • 🇲🇨 Monaco
  • 🇳🇱 Paesi Bassi
  • 🇳🇮 Nicaragua
  • 🇳🇴 Norvegia
  • 🇵🇦 Panama
  • 🇵🇾 Paraguay
  • 🇵🇱 Polonia
  • 🇵🇹 Portogallo
  • 🇷🇺 Russia
  • 🇷🇴 Romania
  • 🇸🇻 El Salvador
  • 🇸🇲 San Marino
  • 🇲🇰 Macedonia del Nord
  • 🇷🇸 Serbia
  • 🇸🇰 Slovacchia
  • 🇸🇮 Slovenia
  • 🇸🇴 Somalia
  • 🇸🇷 Suriname
  • 🇺🇸 U.S.A.
  • 🇸🇱 Sierra Leone
  • 🇹🇯 Tagikistan
  • 🇹🇳 Tunisia
  • 🇹🇲 Turkmenistan
  • 🇹🇷 Turchia
  • 🇺🇦 Ucraina
  • 🇺🇿 Uzbekistan
  • 🇫🇮 Finlandia
  • 🇫🇷 Francia
  • 🇬🇫 Guinea Francese
  • 🇵🇫 Polinesia Francese
  • 🇲🇪 Montenegro
  • 🇨🇿 Repubblica Ceca
  • 🇨🇭 Svizzera
  • 🇸🇪 Svezia
  • 🇪🇷 Eritrea
  • 🇪🇪 Estonia

In questi Paesi sono sufficienti i documenti standard per viaggiare in auto. Potete tranquillamente importare ed esportare il vostro veicolo senza dichiarazione, che è l’oggetto di questo articolo.

Non ci sono informazioni precise

  • 🇻🇺 Vanuatu
  • 🇳🇨 Nuova Caledonia
  • 🇵🇬 Papua Nuova Guinea
  • 🇰🇵 Corea del Nord
  • 🇹🇼 Taiwan
  • 🇫🇯 Fiji
  • 🇵🇭 Filippine
  • 🇰🇷 Corea del Sud

Non ci sono ancora informazioni su questi Paesi, ma sto lavorando per aggiornare l’articolo con i dati attuali.

Dove richiedere il Carnet de Passages

Tutto sta nei dettagli. Ed è qui che ci scontriamo con uno dei problemi principali: dove organizzare il Carnet de Passage? Idealmente, questo compito dovrebbe essere svolto dalle associazioni automobilistiche nazionali. In altre parole, si va sul sito ufficiale, si trovano i contatti dell’associazione automobilistica del proprio Paese di immatricolazione, ci si reca da loro e si fa tutto.

Ma sarebbe troppo facile. Perché in alcuni Paesi queste associazioni non esistono. In altri esistono, ma di fatto non funzionano o non svolgono la loro funzione. Ad esempio, nel mio Paese, l’Ucraina, l’associazione automobilistica ha semplicemente detto che non rilascia questo documento e che è un mio problema.

In questo caso, le associazioni automobilistiche dei Paesi civilizzati possono essere d’aiuto. Ad esempio, è noto che i Carnet de Passages possono essere rilasciati negli Stati Uniti, in Canada, Germania, Svizzera, Slovacchia e Repubblica Ceca.

Quando si viaggia con la propria auto in Iran, Iraq, Egitto e in molti altri Paesi, non si può fare a meno del Carnet de Passages.

Al momento della stesura di questo articolo, ritengo che l’ADAC tedesca sia l’opzione migliore, in quanto rilascia documenti per auto immatricolate all’estero e lo fa anche online. Anche se i prezzi sono un po’ più alti rispetto ai Paesi dell’Europa orientale.

Come rilasciare un Carnet de Passages

Per ottenere un Carnet de Passages dovrete pagare un deposito (a seconda dell’organizzazione e del Paese, il costo varia da 300 a 600 dollari).

Il deposito dipende dal valore dell’auto. Ad esempio, il deposito per un’auto che costa fino a 7500 euro sarà di 5000 euro, mentre per un’auto che costa 80000 euro andrà da 15000 a 60000 dollari (a seconda dei Paesi che saranno coperti dalla garanzia).

Forse il deposito è l’ostacolo principale, poiché non tutti i viaggiatori hanno 5.000 euro di riserva da depositare senza problemi su un conto bancario come garanzia.

Il Carnet de Passages può essere rilasciato solo a nome di una persona e di un veicolo. Ciò significa che non è trasferibile a un’altra persona.

Se si tratta di un’elaborazione attraverso l’ADAC, è necessario inviare un pacchetto di domande completo:

  • modulo di domanda versione 23A originale e firmato (3 pagine);
  • copia della carta d’identità o del passaporto (per i cittadini di altri Paesi – passaporto straniero);
  • copia dei documenti di immatricolazione del veicolo;
  • copia della tessera automobilistica dell’associazione automobilistica nazionale aderente alla FIA (se disponibile, dà diritto a uno sconto significativo sull’iscrizione);
  • per i veicoli da campeggio – una copia di una perizia di stima aggiornata o una prova del valore attuale del veicolo;
  • Un’obbligazione originale e firmata (2 pagine) se non si è proprietari del veicolo.

Inviare il tutto via e-mail a cdp@adac.de o al seguente indirizzo (ADAC eV, Carnet de Passages, Hansastr. 19, 80686 München/Monaco, Germania).

Calcolo del prezzo del Carnet de Passages

Come avrete capito dall’articolo, il prezzo viene calcolato in base a una formula flessibile e dipende dall’organizzazione emittente. Ho creato appositamente per voi il calcolatore che segue, pensato per calcolare i costi di elaborazione e di deposito quando si fa domanda tramite un’associazione tedesca.

Страна регистрации вашего транспортного средства
Авто является членом национального автоклуба FIA
Тип транспортного средства
Категория стран для посещения
Текущая стоимость автомобиля в долларах
Куда нужно доставить документы почтой (DHL)

Utilizzo di CDP

Il carnet deve essere presentato ai funzionari doganali in ogni punto di entrata/uscita del viaggio, apponendo la data sul relativo tagliando di entrata/uscita e negli appositi campi dello stub di entrata/uscita all’inizio di ogni foglio.

I funzionari doganali tratterranno i voucher e li restituiranno al viaggiatore con l’apposita casella sul talloncino timbrato e datato.

Rinnovo del Carnet de Passages

Presso l’ADAC di cui sopra, è possibile rinnovare la dichiarazione senza dover pagare un nuovo deposito. Sarà sufficiente pagare la tassa di emissione. Per farlo, inviate un’e-mail circa 4 settimane prima della scadenza e seguite la procedura di pagamento. Il link al modulo di richiesta è riportato sopra nell’articolo.

Rimborso del deposito

Come vi rendete conto, il deposito è abbastanza alto da essere dimenticato e consegnato alla compagnia. Pertanto, dovrà essere restituita alla fine del viaggio.

Al termine del viaggio e al rientro nel Paese di immatricolazione, presentare il veicolo e il Carnet de Passages all’autorità doganale nazionale. Quest’ultima dovrà timbrare e convalidare il Certificato di localizzazione (pagina 26 del libretto). Per i veicoli immatricolati nell’UE, qualsiasi autorità doganale dell’UE può convalidare il Certificato di localizzazione. Se avete un libretto aggiuntivo, ricordatevi di inviare una copia della prima pagina interna. Questa copia deve contenere i dati del veicolo e il timbro dell’ufficio doganale estero.

Successivamente, il libretto viene inviato all’autorità presso la quale è stato redatto il Carnet. Dopo il controllo dei documenti e l’espletamento di una serie di procedure burocratiche, il deposito viene rimborsato sul vostro conto corrente.

Come fare a meno del Carnet de Passages

Posso ingannare il sistema e non acquistare un Carnet de Passages? Sì, in alcuni Paesi esiste una soluzione sotto forma di assicurazione locale o di sdoganamento.

Ad esempio, l’Iran dispone di un servizio simile, che viene organizzato da intraprendenti locali in anticipo e che vi porta i documenti alla frontiera.

Questo metodo presenta alcuni notevoli svantaggi:

  1. Una deviazione di questo tipo a volte è molto costosa. In Iran, ad esempio, mi hanno fatto pagare 650 euro per la mia auto. Naturalmente pagherò un deposito di circa 5.000 euro per il carnet, ma poi potrò riaverlo. I soldi lasciati per lo sdoganamento non vi saranno restituiti.
  2. In questo caso, pagherete di nuovo ogni volta che entrerete in ogni Paese. Il Passage è valido per 12 mesi in diversi Paesi, con possibilità di estensione.

Pertanto, se viaggiate molto con la vostra auto o state per fare il giro del mondo con essa, vale la pena di considerare la possibilità di emettere un Carnet de Passages ufficiale, effettuare un deposito e spostarsi tranquillamente nei Paesi necessari.

Scoprite quali Paesi richiedono un Carnet de Passage e dove potete andare senza.

Se avete intenzione di entrare in un Paese solo una volta per esplorarlo, considerate diverse opzioni, comprese quelle alternative. Così, dopo molte analisi, sono giunto alla conclusione che era più facile per me non entrare in Iran durante il mio grande viaggio attraverso l’Asia centrale, ma prendere un traghetto dall’Azerbaigian al Kazakistan. Visiterei l’Iran separatamente, volando lì in aereo, noleggiando un’auto locale e girando a piacimento.

Conclusioni

Purtroppo, anche nel XXI secolo, i viaggi non sono privi di inutile burocrazia, che è stata inventata 100 anni fa e non è cambiata affatto. In questo senso, viaggiare in auto presenta una serie di sfide oltre agli indubbi vantaggi che offre.

Il Carnet de Passage è ancora richiesto in alcuni Paesi, anche se non sono i più popolari per chi viaggia in auto. La maggior parte dei viaggiatori non si troverà mai nella necessità di ottenerlo, da qui la mancanza di informazioni su Internet.

Tuttavia, se siete veri appassionati di auto e avventurieri, prima o poi avrete bisogno di questo libro giallo. La soluzione migliore è quella di informarsi sulla registrazione presso l’Automobile Association nazionale e, se non può aiutarvi, contattare una delle associazioni europee, che elaborano i documenti anche online.

Divertitevi a viaggiare, miei cari!

Domande e risposte frequenti

Quanto tempo ci vuole per fare un Carnet de Passages?

Una volta pagate tutte le tasse e il deposito, di solito ci vogliono dalle 2 alle 4 settimane, ma possono variare a seconda delle associazioni e dell’alta stagione.

Le aziende private possono redigere un Carnet?

No. Attenzione ai truffatori. Solo le associazioni automobilistiche nazionali – membri della Federazione delle associazioni automobilistiche – possono rilasciare il Karnet. Il loro elenco è disponibile qui.

Se avete pagato i dazi doganali nel paese ospitante con una CPD valida, come vi verrà rimborsata la garanzia in contanti?

Se per qualsiasi motivo vi viene richiesto di pagare tasse e imposte doganali per l’importazione temporanea in un Paese ospitante in cui è richiesto il Carnet de Passages, dovrete fornire la prova del pagamento di tali tasse affinché il vostro deposito cauzionale CPD venga rimborsato.

Cosa devo fare se la mia auto è stata danneggiata o rubata nel Paese ospitante?

L’esposizione di un veicolo a furti o danni non esime il proprietario del veicolo da alcuna responsabilità. In questi casi, il proprietario/conducente deve procurarsi una denuncia alla polizia e presentarla alle autorità doganali del Paese per avviare le pratiche necessarie al rilascio del Carnet de Passages.

Cosa devo fare se il mio biglietto di viaggio viene smarrito?

In caso di smarrimento del Carnet de Passages, è necessario informare immediatamente l’organizzazione che lo ha rilasciato e contattare la polizia locale per denunciare il fatto. Al ritorno, prima di trasferire il deposito cauzionale, è necessario far controllare il veicolo dall’autorità nazionale dei trasporti e rilasciare un certificato di localizzazione timbrato dalle autorità.

Cosa devo fare se dimentico di apporre il timbro CPD su uno dei confini?

Ad ogni punto di ingresso e di uscita dal Paese in cui si viaggia, accertarsi che i funzionari doganali ai posti di frontiera appongano un timbro sul CPD. Il timbro è la prova ufficiale che il veicolo è stato riesportato fuori dal Paese. Al ritorno, per richiedere il rimborso del deposito cauzionale, il veicolo deve essere ispezionato dalle autorità di trasporto o doganali nazionali e il Certificato di localizzazione (ultima pagina) deve riportare la data e il timbro.

Эта запись также доступна на: Русский (Russo) English (Inglese) Українська (Ucraino) Deutsch (Tedesco) Español (Spagnolo) 简体中文 (Cinese semplificato) Français (Francese) Português (Portoghese, Portogallo)